Salvatore De Meo
Seleziona una pagina

Intervento ad Alanews su veto di Polonia e Ungheria al QFP dell’Ue e al Next Generation Eu

17 novembre 2020. “Qualsiasi elemento che possa interrompere o rallentare il completamento di una procedura importante preoccupa. In quanto il Quadro finanziario pluriennale dell’Ue e il Recovery Fund sono la risposta energica che l’Ue ha messo in campo per far fronte all’emergenza. Quindi nessuno Stato si può permettere di interrompere o rallentare questo percorso. Il Parlamento non deve guardare a soluzioni al ribasso, ma deve rilanciare. E’ arrivato il momento di condividere delle riflessione: evitare che su alcune questioni ci debba essere l’unanimità. Questa criticità va rimossa. Mi auguro che la presidenza tedesca sappia utilizzare al massimo le sue attività diplomatiche e che si possano far rivedere queste posizioni (di Polonia e Ungheria, ndr) che sono intollerabili e inconcepibili”.

EnglishItaliano