Salvatore De Meo
Seleziona una pagina
Bruxelles, 3 febbraio 2022. La Commissione europea ha deciso che anche il gas e il nucleare, nel rispetto di determinate e rigorose condizioni, possono rientrare tra le fonti energetiche utili alla transizione ecologica dell’Ue e al raggiungimento della neutralità climatica. Per il nucleare, si tratta di adottare e garantire sicurezza tecnologica e ambientale soprattutto per il deposito di rifiuti; per il gas, invece, le nuove centrali potranno avere l’etichetta verde Ue solo se costruite entro il 2030 e dovranno obbligatoriamente sostituire impianti più inquinanti. Sicuramente gas e nucleare possono rappresentare una soluzione ponte verso la neutralità, per la quale rimane prioritaria la scelta delle energie rinnovabili. In ogni caso il provvedimento della Commissione sulla tassonomia energetica rimane uno strumento di indirizzo; non impone obblighi o divieti sulle varie soluzioni per le quali saranno gli Stati membri a dover scegliere responsabilmente le proprie strategie energetiche. Forza Italia condivide la possibilità di poter considerare anche queste fonti energetiche perché crediamo che siano utili per raggiungere realmente la neutralità climatica ed una maggiore autonomia energetica europea e perché sosteniamo che la transizione verde debba essere un’opportunità per creare valore e posti di lavoro e non debba penalizzare l’economia di famiglie ed imprese
EnglishItaliano