“E’ un momento storico dell’unità della nostra Unione” – così la Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha esordito nel suo discorso alla plenaria di settembre. Illustrando il lavoro fatto dalla Commissione nel gestire la crisi economica e sanitaria causata dal Covid, la Presidente ha illustrato la sua visione per la ripresa dell’UE, la lotta contro il cambiamento climatico e la situazione nei Paesi vicini all’Europa. Una costante del suo discorso è stata la parola “opportunità” ed è un termine che io condivido pienamente perché l’Europa può e deve sfruttare anche questo momento critico per riprendere il controllo della situazione e saper utilizzare in modo efficace le risorse del Recovery Fund. Durante la plenaria la von der Leyen ha parlato anche di “costruire un’unione della sanità” annunciando che organizzerà un vertice globale del G20 sulla sanità in Italia per dimostrare che l’Europa c’è per proteggere i cittadini dal Covid-19. Ha dichiarato che il 37% del Recovery Fund sarà speso per gli obiettivi del Green deal. Una decisione importante e fondamentale per creare un mondo più forte e vivibile da lasciare alle generazioni future. Per poterlo fare pienamente però bisogna cambiare il modo di vedere e vivere la Natura, non dando per scontato nulla poiché siamo tutti chiamati a dare il nostro piccolo grande contributo. La Presidente ha evidenziato anche la rinnovata fiducia verso l’Euro, “mai così forte” e ricordato il bisogno di un’economia umana che protegga i cittadini dell’UE contro i grandi rischi della vita come malattia, disoccupazione e povertà garantendo stabilità, opportunità e prosperità. Con la proposta Next Generation EU si assiste così all’opportunità per realizzare riforme strutturali alle nostre economie. Un discorso storico quello della prima Presidente donna della Commissione, valorizzato dalla straordinarietà del momento attuale e dalle sfide che attendono l’UE. Proprio per la particolarità del momento che la comunità internazionale sta vivendo, dalle tensioni globali sul confronto tra Stati Uniti e Cina alla sfida sulla pandemia da Coronavirus, passando per le recenti proteste in Bielorussia, condivido in pieno con la Presidente von der Leyen l’importanza di rafforzare il progetto Europa ed è proprio questo che, a mio parere, ha reso il suo discorso tra i più significativi dalla nascita delle istituzioni europee.