Nel mese di ottobre a Bruxelles si sono tenuti i lavori del Comitato delle Regioni di cui sono stato componente per 5 anni in quanto sindaco della città di Fondi. Durante i lavori del Comitato è stato presentato il primo barometro regionale locale, una fotografia reale dell’impatto del Covid sui territori e sui cittadini europei. Lo studio ha confermato che i cittadini hanno in generale più fiducia nelle autorità regionali e locali rispetto a quelle europee e nazionali e in particolare hanno fiducia nel lavoro svolto dagli amministratori locali giudicati più bravi e capaci nella gestione dell’emergenza Covid. Allo stesso tempo, i cittadini europei, pur riconoscendo il ruolo degli amministratori locali, ritengono che essi però non siano ancora adeguatamente determinanti nel processo decisionale nazionale ed europeo. Dallo studio, infatti, sono emerse crescenti disuguaglianze regionali con ripercussioni pesanti sulle entrate degli enti locali e un divario tra aree rurali ed urbane. Criticità queste che potrebbero rappresentare una seria minaccia per la coesione dell’Europa. Per questo motivo è necessario investire bene nei fondi europei del Next Generation Eu considerando le reali esigenze dei tanti comuni che sono il cuore dell’Europa attraverso i quali è possibile aumentare il senso di appartenenza dei cittadini al progetto europeo. A tutti i sindaci e amministratori locali sento di rivolgere un particolare e personale ringraziamento per lo straordinario e difficile lavoro che fanno ogni giorno nei propri territori cercando di risolvere i problemi dei cittadini e caricandosi spesso di responsabilità che non sono proprie. Nonostante le mille difficoltà che devono affrontare in questo momento di grande emergenza, a loro faccio appello perché possano confermare ogni giorno l’entusiasmo e lo spirito di servizio a favore delle rispettive comunità, nella consapevolezza di essere fondamentali per poter rilanciare con forza una Unione europea intesa come istituzione reale di rappresentanza di tutti i cittadini.