Salvatore De Meo
Seleziona una pagina
L’accordo politico raggiunto il 25 giugno dal Parlamento europeo e dal Consiglio sulla nuova politica agricola comune introduce una PAC più equa, più verde, più flessibile e più rispettosa del benessere degli animali. A partire dal gennaio 2023, infatti, saranno attuate politiche più ambiziose sul piano ambientale e climatico, allineate agli obiettivi del Green Deal europeo. La nuova PAC garantirà una distribuzione più equa del sostegno, soprattutto alle aziende a conduzione familiare, piccole e medie, e ai giovani agricoltori. La nuova PAC prevede che ciascuno Stato membro elabori un proprio Piano strategico nazionale in cui si dovrà descrivere come intenderà conseguire gli obiettivi della PAC e quelli del Green Deal, presenti nella strategia “Farm to Fork” e sulla biodiversità, nei prossimi 5 anni. Gli Stati membri hanno tempo fino al 31 dicembre 2021 per presentare le loro proposte e la Commissione avrà poi 6 mesi per valutare e approvare i piani che entreranno in vigore all’inizio del 2023.
EnglishItaliano