Salvatore De Meo
Seleziona una pagina

Il 9 dicembre la Commissione IMCO, di cui sono membro, ha approvato all’unanimità una relazione parlamentare con cui si richiede alla Commissione europea di adeguare l’attuale Direttiva sulla Sicurezza dei Giocattoli (Toy Safety Directive) per tutelare la sicurezza e la salute dei nostri bambini. Tutti i gruppi parlamentari, infatti, hanno ritenuto opportuno aggiornare l’attuale legislazione, non più consona ai nuovi rischi presenti sul mercato. Pensiamo, in particolare, al fatto che alcuni produttori attualmente presenti sul mercato interno, operanti attraverso le piattaforme di vendita online, non rispettano le norme europee, costituendo quindi un pericolo per i minori e mettendo in vendita giocattoli con un grado non idoneo di sicurezza. Il testo approvato dalla Commissione IMCO, inoltre, richiede alla Commissione europea di garantire che gli interferenti endocrini nei giocattoli siano vietati non appena identificati e si invita la Commissione a valutare se l’attuale distinzione tra giocattoli per bambini fino a 36 mesi e giocattoli per bambini sopra i 36 mesi sia ancora adeguata a garantire la protezione dei minori. Oltre a ciò, alla Commissione è stato richiesto di valutare se rendere più stringenti o meno i limiti relativi ad alcuni componenti chimici quali nitrosammine e nitrosabili e, comunque, che nella nuova legislazione venga predisposto un meccanismo che permetta di cambiare tali limiti in maniera più veloce, per adeguarli alle nuove indagini scientifiche. Altri punti importanti della relazione riguardano: la richiesta alla Commissione europea di introdurre maggiori responsabilità per le piattaforme di e-commerce, affinché possano rimuovere i giocattoli non sicuri circolanti sulle loro piattaforme, una più rafforzata sorveglianza dei mercati affinché i giocattoli non sicuri vengano individuati speditamente, una particolare attenzione relativa ai giocattoli connessi via internet e, infine, la richiesta all’esecutivo europeo di valutare la possibilità di introdurre un’etichettatura specifica riguardante le componenti chimiche e le fragranze contenute nei giocattoli nonché previsioni riguardanti la durata e riparabilità degli stessi. La relazione verrà definitivamente votata dall’assemblea plenaria del Parlamento nel 2022.

EnglishItaliano